Se vi sentite particolarmente stanchi e irascibili e non sapete più come combattere lo stress probabilmente avete provato di tutto, ma non siete mai riusciti a concedervi il giusto riposo. Se poi state pensando che tanto ci siete abituati, allora è proprio il caso di darsi una regolata!

Provate a concedervi il giusto sonno. Solo in questo modo il vostro organismo avrà le forze per gestire lo stress di una tipica giornata da uomo del 21esimo secolo. Il riposo sia fisico che mentale è importante tanto quanto la dieta e il fitness.

Esattamente come il cibo spazzatura, anche lo stress può far letteralmente ingrassare. Peggio, può rovinare gravemente la salute!

Potete anche avere un fisico perfetto, ma se vivete nello stress non andate da nessuna parte.

Come sempre la Paleodieta, paladina del buon vivere, ci insegna a controllare lo stress cronico dell’era moderna che ha rovinato la vita di milioni di persone nel mondo, soprattutto quelle persone che lavorano tanto e dormono poco.

Uno stress costante e inesorabile che compromette le giornate delle persone da quando si svegliano a quando vanno a dormire e persino durante il sonno. Uno stress cronico completamente diverso rispetto a quello che per natura l’organismo è in grado di sopportare.

Eh allora ecco come combattere lo stress cronico! Imparate a gestire le pressioni a cui siete sottoposti ogni giorno, tentando di avvicinarvi ad uno stile di vita più autentico e genuino, in riferimento a tutti gli aspetti della vita:

  • La qualità della dieta.
  • La gestione del tempo.
  • Le relazioni familiari e sociali.
  • La passione per il lavoro.
  • L’attività fisica e cardiaca.
  • Il riposo mentale e fisico.

Sono questi gli elementi che, se mantenuti tutti in equilibrio, possono abbattere lo stress cronico e farvi vivere nell’era moderna con lo spirito vincente dell’uomo paleolitico.

I sintomi e le cause dello stress

come combattere lo stress: cause e sintomi
Anche oggi un’altra giornataccia!

Lo stress si comporta come una vera e propria malattia ed i sintomi lo evidenziano!

  • Emicrania.
  • Sensazione di stanchezza.
  • Battito cardiaco accelerato a riposo.
  • Ulcera gastrica.
  • Tensioni muscolari.
  • Disturbi del sonno.
  • Tiroide secca.
  • Crampi, colite e diarrea.
  • Urinazione frequente.
  • Abbassamento delle difese immunitarie.

Inoltre:

  • Dislessia nella formulazione di concetti base.
  • Noia implacabile.
  • Iperattività e irritabilità.
  • Confusione mentale.

Lo stress oltre a far invecchiare prematuramente, può addirittura bloccare il processo di dimagrimento, esattamente come un’alimentazione stracarica di carboidrati.

Per riuscire a capire come combattere lo stress già dai primi sintomi è necessario saper riconoscerne le cause. Le cause sono multiformi e variano da contesto a contesto, da persona a persona. Ogni individuo ha la propria sensibilità ma tuttavia, anche se in misura differente, i fattori determinanti sono sempre gli stessi:

  • Traumi e lutti.
  • Separazioni e divorzi.
  • Situazioni di pericolo.
  • Disturbi di salute e allergie.
  • Cattiva alimentazione e poca idratazione.
  • Problemi relazionali e mancanza di dialogo.
  • Problemi di natura economica e debiti finanziari.
  • Ritmi di vita frenetici e lavoro intenso.

Fondamentalmente sia lo stress fisico che quello mentale possono essere placati seguendo una dieta corretta, praticando sport regolarmente, concedendosi sempre il giusto riposo.

“L’unione fa la forza. Dieta, fitness e riposo sono la chiave del benessere fisico e mentale.”

LEGGI ANCHE: Ieri, oggi e domani sei quello che mangi!

Stress acuto vs Stress cronico: i problemi dell’uomo moderno

combattere lo stress da uomo del 21 secolo
Aiuto! Questa lista di problemi moderni non finisce più!

Sembrerà una cosa strana da credere, ma di fatto la vita dei nostri antenati era meno complicata di questa del 21 secolo. Con ciò non si vuole dire che la vita nel paleolitico non era dura; eccome se lo era!! I popoli vivevano un’esistenza attiva e pericolosa.. Ogni ferita poteva diventare fatale! Non esistevano ospedali, cure chirurgiche, e ortopedici di turno. La medicina veniva chiamata miracolo divino. Ecco perché la media della vita era estremamente bassa (circa 35 anni).

Ad ogni modo il punto del discorso è che i nostri progenitori pur vivendo una vita dura e pericolosa, tuttavia lavoravano molto meno intensamente rispetto a noi uomini dell’era moderna. Gli antropologi sostengono che si lavorava in media appena 10, massimo 15 ore alla settimana; per questo che gli antropologi interpretando lo stile di vita dei paleolitici l’hanno definita la prima società umana del benessere.

Il tipo di lavoro che conducevano era versatile e dipendeva dalle necessità del momento. Non esisteva il cuoco, il sarto, il raccoglitore, il costruttore e il cacciatore. Le genti svolgevano il ruolo che era necessario all’occorrenza. Non esisteva quella monotonia lavorativa che viviamo oggi.

Scommetto che ti starai chiedendo cosa c’entra tutto ciò con il tuo livello di stress?

Il fatto è che noi uomini del 21 secolo siamo ancora geneticamente programmati per sottostare ad un particolare tipo di stress, esattamente quello che dovevano sopportare i nostri progenitori. Lo stress non è solo un sentimento emotivo, ma è un qualcosa che a livello biologico influenza il nostro organismo.

Quindi esattamente come una buona dieta, anche un buon approccio allo stress può aiutarti a mantenere l’equilibrio fisiologico. Eh qui abbiamo tanto da imparare dai nostri progenitori.

Provo a spiegarmi in due parole. Lo stress può assumere varie forme:

  1. momenti di stress infrequenti e di breve durata (tipici dell’uomo paleolitico);
  2. momenti di stress di lunga durata, repentini e cronici (classici dell’uomo moderno).

Comprendere lo stile di vita dei nostri antenati ci ha permesso di capire quali fattori di stress possono dar luogo a sentimenti cronici che a lungo andare pregiudicano la salute.

Per esempio:

  • La paura costante di perdere il lavoro per via della crisi economica.
  • La paura di non riuscire a trovare un nuovo lavoro.
  • Il timore di non arrivare a fine mese.
  • Le rate della macchina che non finiscono più.
  • Le corse in mezzo al traffico, le multe e gli incidenti.
  • L’ansia di non arrivare in tempo all’incontro di lavoro.
  • La rabbia e la frustrazione tipica degli adolescenti discriminati.
  • La fobia di non essere accettati dalla società se non ci si veste come loro e se non si mangia quello che dicono loro.

In fondo se ci riflettiamo, i fattori di stress più repentini sono quelli che maggiormente avvolgono le giornate dell’uomo moderno. Quasi si ha più paura di non tornare in tempo a casa per guardare la partita di calcio, che la paura di avere un incidente in macchina correndo a tutto gas proprio per arrivare in tempo per il fischio d’inizio.

Questi sono i problemi dell’era moderna che influenzano il nostro stato di stress e non ci permettono di vivere nel benessere; inoltre abbiamo continuamente la mente rivolta verso i fantasmi del passato e i problemi del futuro.

FORSE TI INTERESSA: Consigli pratici per iniziare una vita sana!

Come combattere lo stress cronico? Concediti il giusto riposo!

In questo articolo vogliamo approfondire il fattore di stress meno dibattuto che, con ogni probabilità, sta avendo un impatto disastroso sulla salute delle persone: la mancanza di riposo fisico e mentale!

stress cronico dovuto alla mancanza di sonno
Non ti sarai addormentato un altra volta sulla scrivania?

Livelli di cortisolo alle stelle

Come combattere lo stress cronico dovuto alla mancanza di sonno? Sapete cos’è il cortisolo? Sapete a cosa serve? Il cortisolo è un ormone figlio del colesterolo che viene prodotto dalle ghiandole surrenali.

Il cortisolo oltre alle diverse funzioni metaboliche e fisiologiche, ha il compito di mantenere in equilibrio i livelli di zucchero nel sangue esattamente come l’insulina. Per essere precisi in un certo senso accompagna l’insulina gestendo quella categoria di zuccheri che rientrano nel suo campo di lavoro (ma non entriamo troppo nei dettagli, altrimenti cadiamo nella noia).

Ci basta capire che, come l’insulina, anche il cortisolo è un ormone essenziale ed il suo disequilibrio può provocare gravi conseguenze. Si tratta come sempre di trovare il giusto equilibrio. Esattamente come l’insulina, troppo cortisolo può portare letteralmente all’ingrasso. Per essere più specifici, il cortisolo in eccesso:

  • Destabilizza la risposta immunitaria.
  • Innalza la pressione sanguigna.
  • Indebolisce il tessuto cognitivo (le tanto temute rughe).
  • Compromette la sensibilità insulinica dell’organismo.

Ora dovete sapere che lo stress è il principale produttore di cortisolo. Quindi per riuscire a mantenere stabile il livello di cortisolo nel sangue dovete evitare i momenti di stress di lunga durata, repentini e cronici (tipici dell’uomo moderno).

Il livello di cortisolo, per logica funzionale, dovrebbe essere alto la mattina per permettervi di affrontare le fatiche della giornata e basso la sera, quando le funzioni sono al minimo regime per consentirvi il giusto riposo. Guarda caso, i livelli tipici dei nostri progenitori!

Ma cosa succede se i livelli di cortisolo rimangono alti anche la sera? Eh soprattutto, perché noi uomini del 21 secolo andiamo a letto con livelli di cortisolo alle stelle?

Abbiamo detto che il livello di cortisolo viene influenzato dallo stress, più latamente dall’ambiente di vita generale. Ma soprattutto dalla mancanza di riposo fisico e mentale.

Più stress accumulate, meno riuscite a gestirlo e maggiore sarà la produzione di cortisolo. Vi sentirete stanchi la mattina e gasati la sera.

Effetto domino: stanchi la mattina, gasati la sera

Tra tutti i fattori di stress uno in particolare può generare un effetto domino su tutti gli altri, si tratta della cosiddetta mancanza di sonno. Il concetto è che se non dormite adeguatamente tutte le notti l’organismo si stressa e se l’organismo rimane stressato cronicamente durante l’arco della giornata, allora anche il sonno ne risente..

Avete presente quelle mattine passate a sbadigliare e con gli occhi che si chiudono ogni 2 per 2, ma poi la sera quando provate a dormire dentro di voi c’è il caos? Manco ricordate l’ultima volta che avete sognato..

Esatto, fuori da ogni logica funzionale, il cortisolo basso al mattino ed alto la sera. L’effetto domino è la mancanza di sonno!

Una sola notte di sonno perduta (senza chiudere occhio) può rendere una persona insulinoresistente quanto un diabetico di tipo II.

“Esattamente così si sente un diabetico, come chi la domenica mattina è ancora sveglio in hangover dalla sera prima!”

Una persona può diventare insulinoresistente e avere la glicemia alta non solo a causa dell’insulina e della cattiva alimentazione, ma anche per via dell’elevata quantità di cortisolo prodotta dalle ghiandole surrenali. Ed è proprio l’insulino resistenza che vi fa accumulare grasso attorno alla vita, semplicemente perché l’organismo non riesce più a trasformare grassi e zuccheri in energia.

Questo vivere non è vivere!

come combattere lo stress prima di arrivare all’esaurimento nervoso
Spegnete questo cervello prima che prenda fuoco!

Questo modo di vivere non è più sostenibile! Non è solo un modo di dire, è il vostro organismo che vi chiede pietà.

Ciò che rende il cortisolo potenzialmente dannoso non è lo stress acuto, ma quello cronico. Ossia quel tipo di stress che i nostri geni non riescono a gestire.

Il cortisolo che dovrebbe essere alto la mattina è basso la sera comincerà ad invertire la sua rotta ed allora paradossalmente sarete stanchi la mattina, gasati la sera e non riuscirete più a prendere sonno!

Notti da incubo passate a vagabondare tra il bagno e il frigorifero. Giusto qualche misera ora di sonno per notte. Lo stress diventerà sempre più cronico fino a generare un vero e proprio collasso fisiologico.

Ma allora come si può rimediare al disastro? Come combattere lo stress cronico? Come annullare l’effetto domino per ristabilizzare i livelli di cortisolo in modo da vivere la giornata al massimo delle forze?

Prima di tutto riprendi il controllo del sonno!

Concedetevi ogni giorno il giusto riposo. Non farete tardi a lavoro se vi mettete a letto 10 ore prima rispetto a quando dovreste svegliarvi. Potete stare certi che così facendo vi sveglierete in tempo!

Dormendo almeno 8 – 9 ore al giorno i livelli di stress durante la giornata si mantengono più stabili.

Un piccolo trucco per migliorare la qualità del sonno è quello di dormire in una stanza completamente buia. Nessuna fonte di luce, manco la più piccola! Giusto per la cronaca anche la luce influenza la produzione di cortisolo. Anche se avete gli occhi chiusi e pensate di riposare bene in realtà il vostro organismo sta percependo la luce. Quindi se abitualmente vi addormentate nel bel mezzo di un film, provate a impostare un timer di spegnimento!

Come combattere lo stress: infine riportiamo il cortisolo a livelli ancestrali!

consigli per vivere lontani dallo stress
La pace dei sensi..

In caso di stress cronico il primo obiettivo da perseguire e quello di riprendere il controllo del sonno. Ma per riuscire a mantenere in equilibrio costante il livello di cortisolo nel sangue diventano fondamentali gli altri fattori che ne determinano la produzione.

Vogliamo concludere con alcuni consigli che possono aiutarvi a vivere lontani dallo stress:

  1. Anzitutto svolgete attività fisica regolarmente, ma considerate sempre un giorno di pausa tra un allenamento e l’altro.
  2. Uscite e fatevi un amico, le relazioni sociali non si coltivano su facebook!
  3. Basta bere tutto quell’alcool fino a tardi, ma poi proprio la vodka redbull?
  4. Rispettate il regime dietetico degno dei tuoi sforzi! Questo perché come vi ho anticipato anche la dieta può destabilizzare la produzione di cortisolo. Se è vero che latte, cereali e zuccheri rovinano la salute; senza dubbio questi danni non sono altro che fonte di stress per l’organismo. Ecco la prova del nove! Anche il vostro organismo li considera cibi spazzatura. Il fatto è che l’organismo reagisce all’impulso dello stress alimentare in maniera comprovata, infatti quando mangiamo cibi spazzatura il livello di cortisolo nel sangue aumenta… Fatevi mezza domanda? Bravi, quella è la risposta! Anche il cibo può rovinare letteralmente le vostre notti e farvi risvegliare ogni giorno con la sindrome del lunedì mattina.

Questo è tutto!

LEGGI ANCHE: Dieta e attività fisica nella vita di tutti i giorni!

Spero di non avervi stressato troppo. Quanto meno ho usato tutte le mie risorse per farvi capire quanto è importante il riposo fisico e mentale. Ora sapete come combattere lo stress che non vi permette più di dormire la notte e di stare svegli durante il giorno.

A questo punto scommetto che stiamo pensando la stessa:

– Ah finalmente un po di sacrosanto riposo! =)

Mi raccomando approfittatene, perché domani è un altro giorno!

Ciao! A presto e alla vostra migliore forma di sempre!

Massimo