Sei quello che mangi..una definizione apparentemente astratta ma che definisce il punto fondamentale della Paleodieta: mangiamo sano per vivere bene.

mangiamo sano con la paleodieta

L’alimentazione giusta si prenda cura di corpo e spirito.. la vera nutrizione
alimenta non solo muscoli e ossa; ma anche emozioni e sentimenti.

Capire che l’alimentazione rappresenta il presupposto principale per vivere un’esistenza sana e felice; è una considerazione direi piuttosto scontata, però alquanto ardua da mettere in pratica.

Ormai schiavi di una società basata esclusivamente sul consumismo e capitalismo troviamo difficoltà a ritrovare la nostra vera esistenza o quanto meno a riconoscere l’importanza di:

“mangiamo sano per vivere in salute”.

Le priorità sociali hanno distrutto le convinzioni individuali, mi spiego:

facendo un discorso generale noi basiamo la maggior parte delle scelte più importanti della nostra vita su convinzioni che non ci appartengono, imitando continuamente la società.

Mangiamo quello che gli altri mangiano e compriamo ciò che loro comprano. Un influenza massiva che ha debilitato l’essere umano rendendolo debole, affannato e poco reattivo.

Quando parlo di alimentazione non mi riferisco solo al gesto pratico e materiale del termine, ma più profondamente ad un senso di rispetto e spiritualità per il proprio corpo che coincide con la pratica alimentare.

Io sono quello che mangio (famosa citazione del filosofo tedesco Ludwing Feuerbach).

L’alimentazione giusta si prenda cura di corpo e spirito.. la vera nutrizione alimenta non solo muscoli e ossa; ma anche emozioni e sentimenti.

L’alimentazione altro non è che il carburante che da vita alla tua esistenza

Metaforicamente, proprio come quando andiamo dal benzinaio e riforniamo la vettura con il giusto combustibile, anche quando mangiamo sano dovremmo prestare la stessa attenzione e non farci guidare solo dai sensi.

Mangiare sano migliora:

➔ la crescita e lo sviluppo dei bambini
➔ il loro rendimento e produttività in età adulta,
➔ la qualità e le condizioni psichiche in età avanzata

Garantendo così una costante protezione da patologie psicosomatiche legate al cattivo uso del cibo.

Concepire l’alimentazione in questo modo ci guida ad una maggiore conoscenza degli alimenti.

La prima regola ci dice di evitare il più possibile zuccheri, grassi nocivi e cibi elaborati che contengono conservanti.

La seconda regola ci dice di includere nella nostra dieta alimenti che contengono nutrienti cerebro-attivi benefici.

mangiamo sano con la paleodieta -2

gli alimenti hanno un effetto diretto sul cervello, condizionano le emozioni e gli
umori

Sánchez Romera (neurofisiologo clinico e chef del suo ristorante stellato “L’Esguard”,a Sant Andreu Llavaneres, Barcellona) ci spiega nelle sue fonti, come il benessere cerebrale è congiunto a quello cardiocircolatorio.

Quindi tutto ciò che giova al cervello si ripercuote sul cuore e viceversa. Sia in maniera indiretta influenzando il benessere cerebrale, che diretta alterando la circolazione sanguigna e quindi a tutto ciò che giova o nuoce al cuore.

Vediamo quali sono i nutrienti necessari al suo corretto funzionamento:

  • minerali come: potassio, sodio e magnesio
  • vitamine B1, B2 e B3
  • acidi grassi essenziali come gli omega-3 (che prevengono l’invecchiamento cellulare).

Questi sono alcuni nutrienti che l’esperto Romero definisce “alimenti cerebro-attivi”,cioè che hanno un effetto diretto sul cervello e che condizionano il corretto funzionamento degli altri organi interni.

La Paleodieta contempla solo cibi genuini ricchi di nutrienti cerebro-attivi che ci fornisce la natura.

Mangiamo sano: non solo dieta

Non si può ridurre tutto in termini di dieta, dobbiamo farci carico di un senso più grande, perché l’alimentazione influisce sull’andamento psichico e sul benessere generale dell’uomo.

mangiamo sano

Ormai schiavi di una società basata sul consumismo troviamo difficoltà a riconoscere l’importanza di
mangiare sano per vivere in salute.

Gli umori e le emozioni, sono influenzati anche dalle reazioni chimiche dei nutrienti quando vengono sintetizzati. La scienza convenzionale, da tempo consolidata, riconosce, come:

❏ le proteine
❏ i glucidi
❏ i lipidi
❏ le vitamine
❏ i sali minerali e gli oligoelementi

oltre a sviluppare reazioni chimiche nel nostro corpo, e come conseguenza di queste, influiscono a determinare lo stato emotivo dell’uomo. Per esempio:

  • La banana contiene tirosina: un amminoacido fondamentale per la sintesi di neurotrasmettitori come la dopamina e l’adrenalina (le molecole coinvolte nel meccanismo della gratificazione e del piacere).
  • Le aringhe, le sardine, le alici, ricche di acidi grassi (omega-3) preservano latua salute.
  • Le noci migliorano il morale, grazie al selenio.

Gli alimenti possono contribuire a renderti incondizionatamente felice e vitale, specie se assunti in maniera sinergica e inseriti in uno stile di vita aerobico (proprio come ci dice la Paleodieta).

Mangiamo sano con la Paleodieta

Ti aiuta a contrastare l’invecchiamento, potenziare l’efficienza energetica e prevenire diverse patologie.

Sei ciò che mangi! Quindi.. se non ti senti felice, appagato, realizzato, probabilmente stai mangiando male quasi tutti i giorni e le volte che davvero ti stai nutrendo sono a dir poche!

Lo sapevi che il cervello di un uomo adulto consuma il 20% dell’energia totale spesa dal suo corpo? come ci testimonia Sánchez Romera.

E se questo 20% fosse alimentato da nutrienti sbagliati o ancor peggio da nutrienti nocivi? Come puoi pensare di risolvere i tuoi problemi?

In primis devi capire l’importanza che ha il significato “mangiamo sano” per la salute.

Quindi elimina giorno dopo giorno, secondo la tua forza di volontà, tutti quei cibi che non servono a contribuire per uno sviluppo sano e sostenibile delle cellule.

Un buon metodo e saper distinguere 2 momenti:

  1. mangiamo per nutrirci 90%
  2. mangiamo per sfamarci 10%

Ogni cosa deve incontrare un limite, il radicalismo puro sono convinto non porti a nulla di buono. Non in questo contesto, dal momento che questa lettura non è indirizzata a monaci tibetani, ma piuttosto a persone comuni come te che trovano piacere nel voler ritrovare il giusto equilibrio fisico.

Non c’è nulla di sbagliato o potenzialmente nocivo nel mangiare una volta ogni tanto una pizza, un gelato, un piatto di pasta o una bomba alla crema (potresti approfittare delle uscite a cena fuori per concederti queste ghiottonerie).

Il marcio sta nel cibarsi continuamente in questa maniera, senza prestare troppa cura agli effetti negativi che impercettibilmente e a lungo termine si ripercuotono nel corpo e nello spirito.

Mangiamo sano con gusto

Con la Paleodieta mangiare sano cibi genuini è facile e divertente.

Dai al corpo quello di cui a bisogno.. Sarai sorpreso di provare quanto lui può renderti.

Non pensare alla Paleo come una dieta paleolitica dal sapore di mobile antico che non si presenta bene sul piatto. Devi immaginare la cucina Paleo come un alternarsi di sapori stagionali sempre freschi di filiera corta e senza troppe manipolazioni in modo da assaporare sempre la genuinità dell’ingrediente.

mangiare sano con gusto

Tipica cucina Paleo ricca di alimenti genuini dell’orto e carne grass-fed.

Gestire la propria Paleodieta è facile e richiede poche risorse:

  1. scarica la piramide alimentare Paleo
  2. frequenta sempre i venditori locali di fiducia; preferendo frutta e verdura biologica, carne grass-fed (allevamenti al pascolo) e pesce selvaggio
  3. dedica un pò di tempo libero per studiare le 8 ricette brucia grassi
  4. se non sei uno sportivo ti bastano 30 min ogni 2 giorni di fitness
  5. munisciti di Toque blanche e comincia la tua avventura in cucina

Se desideri approfondire ti invito consultare i link soprastanti oppure visita l’homepage e naviga tra gli articoli del blog.

La Paleodieta richiede solo buon senso e poche regole alimentari. È un piacere condividere con voi informazioni e consigli facili da applicare per mantenere o riacquistare vitalità, salute ed energia!

Sono riuscito a perdere 15 kg con la Dieta Paleo.

Mangiamo sano per vivere bene; ieri, oggi, domani sei quello che mangi!

A presto!

Massimo